bio

Supplementi di cisteina potrebbero portare benefici ai pazienti con la malattia di Huntington, se i risultati ottenuti in esperimenti su topi riportati su Nature riusciranno a essere replicati negli esseri umani. Lo studio della Johns Hopkins University sui modelli murini della patologia ha mostrato infatti sensibili miglioramenti nei sintomi e nella sopravvivenza degli animali, in seguito a somministrazione di cisteina. La malattia di Huntington e’ una malattia neurodegenerativa che provoca cambiamenti nel comportamento e nelle funzioni motorie, soprattutto nella capacita’ di controllare con precisione i movimenti muscolari. Una caratteristica della malattia e’ il danno al corpo striato, una regione del cervello che regola la funzione motoria. Solomon Snyder e colleghi hanno scoperto che l’enzima cistationina gamma-liasi, responsabile per la produzione di cisteina, era diminuito nello striato e nella corteccia di modelli murini della malattia di Huntington e nei pazienti con questa patologia. 

READ MORE

Source: MeteoWeb



Copyright: All rights of any text or trademarks mentioned in the article are reserved to their respective owners.

AICH ROMA ONLUS